Produrre un fotolibro

foto nozzeUn fotolibro non è altro che una raccolta fotografica sotto forma di libro, con le nostre immagini preferite stampate direttamente sulle sue pagine. Si tratta di un buon metodo per preparare un album fotografico, magari anche da regalare ad amici e parenti, o da conservare come ricordo, da sfogliare quando lo si desidera. Per preparare un fotolibro di buona qualità è necessario seguire alcuni passi che ci consentono di ottenere un prodotto eccellente, che continueremo a riguardare con il passare degli anni.

Quale fotolibro

Chi non ha mai visto un fotolibro sino ad oggi forse non ci crederà, ma le aziende che propongono questo tipo di prodotto offrono modelli, formati e dimensioni di vario genere. Si parte dal minuscolo fotolibro, che potrebbe essere utilizzato anche come bomboniera o piccolo oggetto da borsetta, fino alle tipologie più grandi e panoramiche, perfette per chi vuole produrre un volume da sfogliare a casa quando si ha voglia di osservare qualcosa di bello. Nel mezzo si trovano tutte le misure che si desidera, da poche pagine fino a volumi più di 50, con formato minuscolo o panoramico. Altre varianti che si possono scegliere riguardano il tipo di carta, lucida o patinata, la copertina, rigida o flessibile, la possibilità di stampare le foto su uno sfondo a scelta, monocromo o con una scena di fondo da usare per ogni capitolo o per tutto il volume. Abbiamo quindi l’imbarazzo della scelta, questo arduo compito va svolto però come primo passo perché ci darà chiare indicazioni sul tipo di immagini da selezionare e sulle loro dimensioni. La scelta va fatta essenzialmente seguendo i propri gusti personali, ma conviene anche valutare il tipo di fotolibro che si intende produrre.

Leggi Anche  Dati delle vendite dei sistemi operativi in Europa: sale Android, scende Windows Phone

Le immagini

Che immagini mettiamo in un fotolibro? Tutte quelle che desideriamo, cercando di scegliere le più incisive, quelle che meglio si addicono al tema di fondo a cui è dedicato il volume. Il posizionamento delle immagini all’interno delle pagine non è così complesso, volendo si trovano in rete anche delle pratiche guide, come ad esempio questa:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Grazie a questo tipo di tutorial preparare un fotolibro diventa un gioco da ragazzi, che si esegue in un tempo molto breve, senza bisogno dia vere particolari conoscenze di tipo informatico o grafico. In rete sono disponibili anche diversi programmi di fotoritocco; generalmente le aziende che propongono la possibilità di stampare un fotolibro tendono anche a proporre un programma di loro proprietà, integrato con le operazioni di impaginazione e preparazione del volume. Questo ci consente di inserire nel libro anche gli scatti imperfetti, che però immortalano un momento particolarmente importante, o un’occasione speciale. Si pensi ad esempio allo scambio delle fedi durante un matrimonio, o al soffio delle candeline su una torta di compleanno. Se non inseriamo queste immagini nel fotolibro dedicato all’evento, posiamo anche evitare di stampare il volume. Grazie al fotoritocco invece possiamo sistemare le immagini sfocate, così come rendere più piacevoli i colori o aumentare la definizione delle immagini. Non solo, possiamo ritagliare le scene, modificando l’inquadratura o focalizzando l’immagine su una singola persona.