Cosa sono i file ISO e come possono essere utilizzati

file iso

Quando parliamo di ISO ci riferiamo ad un’immagine del disco che viene creata con diversi programmi. Un file ISO è come un archivio .zip o .rar con una sola differenza: non esiste compressione. Contiene semplicemente tutte le cartelle e i file presenti sul disco.

La differenza sostanziale è che un file ISO è una copia byte per byte dei dati di basso livello effettivamente memorizzati su un disco. Parliamo in pratica di dati grezzi che, se interpretati correttamente, rappresentato effettivamente file, cartelle e dettagli di formattazione. Vediamo quali sono i modi per gestire i file ISO.

Masterizzare file ISO su disco

Comunemente i file ISO sono utilizzati nella distribuzione di immagini CD o DVD, come ad esempio una delle distribuzioni dei sistemi operativi Linux. Utilizzando un qualsiasi programma di masterizzazione (Nero, ImgBurn ecc.), si può scrivere l’immagine ISO su un supporto CD o DVD, in base alla grandezza del file ISO stesso.

Una volta effettuata la masterizzazione, entrando all’interno del supporto CD o DVD si troveranno tutte le cartelle e i file in esse contenuti. Se poi si vuole installare il sistema operativo Linux presumibilmente masterizzato, si può avviarlo direttamente dal CD o DVD appena creato.

File .ISO: disco o archivio?

Nel web ci sono diverse utility che considerano il file ISO come se fosse un disco rigido. Utilizzando ad esempio Daemon Tools, si può “montare” il file ISO e visualizzarlo come un’unità disco rigido aggiuntiva, consentendone la lettura direttamente dall’unità virtuale.

In precedenza, avevo parlato di come il file ISO sia molto simile ai .zip o .rar. In pratica, utilizzando ad esempio WinRar si possono visualizzare i file e le cartelle contenute nel file ISO e all’occorrenza estrarre quelli che sono necessari oppure tirarli fuori tutti.

Leggi Anche  Addio a Cydia grazie ad Hackyouriphone

Come creare un file ISO

Potrebbe essere necessario creare un’immagine ISO da un supporto CD o DVD per diverse motivazioni, ad esempio il backup dei dati contenuti nel pc. Ci sono due modi per farlo: vediamoli.

Creazione di un file ISO da un supporto CD o DVD: attraverso questa funzione, si può ricavare un’immagine ISO del contenuto di un CD o DVD. Basta semplicemente utilizzare un software di masterizzazione, tipo ImgBurn. Basta inserire il supporto nel masterizzatore, scegliere la cartella di destinazione, nominare il file ISO ed avviare l’operazione.

Creare un file ISO da un insieme di file: sempre con ImgBurn, si può creare un’immagine ISO di file specifici. Basta inserirli tutti in una cartella, utilizzare l’opzione di creazione dell’immagine ISO da cartella e il gioco è fatto.