Cinque passaggi base per la risoluzione dei problemi di Windows 10

Un PC può incorrere in tutti i tipi di problemi, che possono nascere da una causa specifica o generale. Prima di cercare la soluzione su Internet, ci sono alcune procedure da fare per cercare di risolvere i problemi di Windows 10. Nella maggior parte dei casi, riusciranno nell’intento.

Riavviare il sistema

Spesso, qualsiasi problema di Windows può essere risolto con un semplice riavvio. Quindi, prima di visitare vari forum e cercare la soluzione per il problema specifico, provare questa semplice procedura, troppo spesso sottovalutata.

Eseguire “Risoluzione dei problemi”

Esistono alcuni componenti del sistema operativo che tendono a creare più problemi di altri; ecco perché è presente la funzionalità “Risoluzione dei problemi” integrata su Windows 10. Può essere eseguita per qualsiasi tipologia di problema.

Aprire “Impostazioni” e andare ad “Aggiornamento e sicurezza”. Selezionare “Risoluzione dei problemi” e scorrere verso il basso fino agli elementi per i quali è possibile eseguire lo strumento di risoluzione. Scegliere la tipologia riscontrata e applicare tutte le correzioni rilevate.

Modificare gli elementi di avvio

Un elemento di avvio può spesso causare problemi. Potrebbe non apparire immediatamente ed il problema verrebbe riscontrato solo pochi minuti dopo l’avvio. Questo perché Windows 10 effettua un avvio in modo sequenziale per evitare che il sistema venga sovraccaricato di tutti i processi che devono essere avviati.

Detto questo, è possibile che uno degli elementi di avvio causi un problema. Per risolverlo, è necessario disabilitare tutti gli elementi di avvio e riavviare il sistema. Se il problema si risolve da solo, è probabile che sia causato da un elemento che viene eseguito all’avvio. Riattivare uno alla volta gli elementi fino a quando il problema non si ripresenta.

Leggi Anche  Come creare ed estrarre un file Rar in Windows 10

Per abilitare e disabilitare gli elementi di avvio, aprire “Task Manager” e andare alla scheda “Avvio”, selezionare un elemento e fare clic sul pulsante Disabilita / Abilita in basso a destra.

Disconnettere l’hardware

L’hardware può causare problemi su qualsiasi sistema, senza peraltro dare indicazioni quando non funziona. Spesso, sono proprio le unità esterne a causare problemi soprattutto se presentano errori che devono essere corretti. Quindi, disconnetterle per verificare se il problema persiste.

Verificare e aggiornare i driver

Windows 10 offre agli utenti un maggiore controllo sulla modalità di installazione degli aggiornamenti, ma ciò non significa che un nuovo driver verrà installato forzatamente.

Vale sempre la pena verificare se è disponibile un aggiornamento del driver per i componenti principali sul sistema: Driver di rete, GPU, driver grafici, driver Bluetooth, driver audio e persino un aggiornamento del BIOS.

Se recentemente è stato ricevuto un aggiornamento del driver, potrebbe essere la causa dei problemi. Se possibile, esegui il rollback o cercare online la versione precedente. Gli aggiornamenti del driver possono essere controllati da “Gestione dispositivi”. Andare a Device Manager, espandere i vari gruppi dei dispositivi, fare clic con il tasto destro del mouse su uno e selezionare l’opzione “Aggiorna driver”.