Come liberare la memoria di Outlook in 5 semplici mosse

outlook

Uno dei principali problemi che la maggior parte degli utenti ha con Outlook è il fatto che diventa molto lento e occupa molta memoria. Per chi non lo sapesse, Outlook è completamente eseguito da un database. Tutte le e-mail, le attività, gli elementi del calendario, i contatti aziendali, ecc. sono memorizzati in un file all’interno di esso. Per ridurre l’utilizzo della memoria e rendere veloce Outlook, quel database deve essere ridotto e ottimizzato.

Come ridurre l’utilizzo della memoria di Outlook

Regola 1

In primo luogo, assicurarsi di aver attivato l’archiviazione automatica in Outlook. Invece di avere migliaia di e-mail nella Posta in arrivo, l’Archiviazione automatica sposta le vecchie in un nuovo file PST. Fare clic su File, quindi su Strumenti e successivamente su Pulizia delle caselle postali. Controllando le dimensioni della casella di posta, se qualcosa è più di 500 MB, è necessario attivare l’archiviazione automatica o eliminare tutte le e-mail che occupano una grande quantità di spazio. Inoltre, assicurarsi di svuotare la cartella degli elementi eliminati in seguito, dato che occupa ancora spazio.

Regola 2

Assicurarsi di utilizzare solo componenti aggiuntivi essenziali per Outlook. Molti programmi amano installarli automaticamente, come Adobe, EverNote, ecc. Persino Microsoft ne aggiunge parecchi!

Se non si utilizzano, bisogna liberarsene. Si caricano nella memoria all’avvio di Outlook e rendono il programma più lento. Per disabilitare effettivamente un componente aggiuntivo, è necessario selezionare Componenti aggiuntivi nella casella in basso e fare clic su Vai. Apparirà un’altra finestra e si potranno deselezionare gli elementi che non si desiderano.

Regola 3

Utilizzare un programma diverso per i feed RSS ed i calendari. Google Reader era eccezionale e ora che non c’è più, perché non utilizzare Outlook per gestire i feed? Una cattiva idea! Ci sono ancora molti buoni programmi online per gli RSS  che è possibile utilizzare al suo posto. Outlook non è stato progettato per gestire i feed RSS in modo efficiente, per cui vale la pena valutare anche Google Calendar.

Leggi Anche  Come creare una fattura in Excel

Regola 4

Per qualche ragione, le persone dimenticano di eliminare le email spam e quelle nel cestino. Bisogna sempre farlo, perché resta tutto memorizzato nel database di Outlook e, inevitabilmente, si rallenterà l’applicazione.

Regola 5

Bisogna ogni tanto compattare il file PST. Si può farlo andando su File, quindi su Gestione dati; fare poi clic sul file PST e scegliere Impostazioni. Quindi fare clic sul pulsante Compatta. Nelle versioni più recenti di Office, è necessario fare clic su File e quindi su Impostazioni account. Successivamente, fare clic sulla scheda File dati e fare doppio clic sul file di dati che si desidera compattare.

Outlook lo farà automaticamente in background, ma viene eseguito solo quando il computer è inattivo e Outlook è aperto. A volte questa situazione non si presenta mai, quindi è bene farlo manualmente una volta ogni tanto.