Smartphone cinesi: perché costano così poco?

smartphone tuffoNegli ultimi tempi anche in Europa è possibile trovare smartphone cinesi. Si tratta di prodotti che un tempo erano disponibili solo sul mercato cinese, ma le aziende che li producono hanno ritenuto conveniente cominciare a venderli anche nel nostro continente. Perché comprarli? Moltissimi modelli hanno prezzi decisamente interessanti, cerchiamo quindi di capire il perché di questo particolare elemento che li caratterizza.

Rapporto qualità prezzo

Una delle principali peculiarità degli smartphone cinesi è l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Sui siti specializzati si trovano recensioni che riguardano vari modelli dei marchi più rinomati, come ad esempio Xiaomi. Le motivazioni che portano ad un rapporto qualità /prezzo così elevato è da correlarsi al minore costo della manodopera presente in Cina. Del resto è un fatto ormai risaputo, sfruttato anche da aziende che non producono solo telefoni cellulari. Oltre ad essere pagati meno per una giornata lavorativa, gli operai cinesi sono particolarmente precisi e, inoltre, il tempo di lavoro per giorno, e per settimana, è molto più elevato rispetto a quello europeo. Si deve anche considerare che le aziende che fino a poco tempo fa procedevano smartphone per il mercato cinese erano costretta a proporre dei prezzi affrontabili dal comune cittadino di quel Paese. Quindi la loro linea produttiva è preparata ni modo da riuscire ad ottenere prodotti ad un costo inferiore rispetto a quello della Corea o di altri Stati.

Altre motivazioni

La maggior parte dei telefoni prodotti in Cina inoltre non contiene hardware di qualità elevatissima, di ultima generazione. A volte è sufficiente utilizzare dei componenti di qualche mese fa, o dell’anno scorso, per riuscire a tagliare il costo finale del prodotto di oltre il 50%. Molte aziende in Cina hanno effettuano investimenti minimi per la ricerca e sviluppo, in quanto tendono ad imitare i prodotti già presenti sul mercato. Questo si riflette in una minore spesa per l’intero ciclo produttivo di un qualsiasi smartphone. Ci sono poi varie altre voci su cui si può risparmiare, dai materiali per la scocca o i display non di qualità eccelsa. Il risultato è in genere un telefono di fascia medio alta venduto a cifre intorno ai 200-300 euro. Le prestazioni saranno comunque buone per qualsiasi utente medio, forse meno interessanti per chi ama avere sempre a disposizione prodotti di alta qualità.

Leggi Anche  Come tornare ad una versione precedente di un'app in Android

Non solo prodotti a basso prezzo

Inizialmente gli smartphone prodotti in Cina erano, quasi totalmente, di qualità mediocre. Oggi invece alcune marche propongono telefoni che non hanno nulla da invidiare ai migliori dispositivi top di gamma di altre case produttrici. Anche i costi sono ovviamente superiori rispetto ai modelli meno evoluti, anche se difficilmente si superano i 500 euro. Ci sono poi aziende cinesi di produzione di smartphone di qualità elevata, che concorrono al titolo di miglior prodotto dell’anno. Questo perché spesso si tratta di aziende con base in Cina, ma con amministrazione non necessariamente cinese. Possiamo quindi trovare nei negozi, anche in Italia, prodotti cinesi di elevato livello, che ci consentono dia vere tra le mani la migliore tecnologia del momento, ad un costo decisamente interessante.