Come tornare ad una versione precedente di un’app in Android

android

Capita a volte che, dopo l’aggiornamento automatico o meno di un’app sullo smartphone, la stessa presenti un problema oppure non funzioni proprio. Se, dopo l’aggiornamento, il riavvio del telefono non ha risolto il problema, allora è necessario eseguire il rollback dell’app ad una versione precedente. Vediamo la procedura.

Disinstallare la versione corrente

Se per le app da terze parti la disinstallazione è molto semplice, non si può dire la stessa cosa per quelle proprie del sistema operativo. In questo caso, l’unica cosa da fare è disinstallare gli eventuali aggiornamenti. Ci sono diversi modi per procedere, ma quello più semplice è entrare in Impostazioni.

Per la versione Oreo 8.0 e successive di Android, andare quindi in Impostazioni -> App e notifiche; selezionare l’app da disinstallare se è presente nell’elenco aperto oppure selezionare “Visualizza tutte le app ##” per trovarla. In Android 5.0 e 7.1, tra cui Nougat, Marshmallow e Lollipop, si accede all’elenco tramite Impostazioni -> App.

Una volta trovata, toccarla per entrare nella schermata informativa della stessa; in essa, ci sono tre cose che bisogna fare:

  • Selezionare “Arresto forzato” per assicurarsi che l’app non sia in esecuzione durante la disinstallazione;
  • Per le app di terze parti basta premere su “Disinstalla” e la procedura provvederà a farlo;
  • Per le app di sistema bisogna entrare nei tre puntini in alto a destra e selezionare l’opzione “Disinstalla aggiornamenti”. Apparirà un prompt che avviserà che la versione “factory” verrà ripristinata al posto dell’aggiornamento, eliminando tutti i dati. Il rollback in questo caso non può essere applicato.

Installare la versione desiderata

Avvenuta la disinstallazione, è necessario reinstallare la versione desiderata dell’app. Tramite l’applicazione APK Mirror, cercare la versione più o meno recente dell’app in questione. Una volta fatto, scaricare la versione da APK Mirror e installarla. In alcuni casi, potrebbe essere necessario ottenere autorizzazioni aggiuntive e la procedura varia in base alla versione di Android.

Leggi Anche  Android Oreo vs iOS 11: cosa li rende uguali e cosa diversi

In Android Oreo 8.0, il telefono può chiedere indirettamente di modificare l’autorizzazione per una determinata app, chiedendo di inserire le impostazioni e di attivare quella “Consenti da questa fonte”. Una volta fatto, si può tornare alla schermata di installazione e procedere.

Nella versione precedente Nougat, bisogna procedere manualmente, attivando l’installazione da “Origini sconosciute” da Impostazioni -> Sicurezza -> Selezione della casella.

Disabilitare gli aggiornamenti

Dopo aver disinstallato l’app desiderata, è necessario disabilitare gli aggiornamenti automatici onde evitare che l’app venga nuovamente aggiornata all’ultima release.  Questa impostazione può essere modificata in Play Store entrando nel menu a tre punti in alto a destra di una determinata app e deselezionando “Abilita aggiornamento automatico”.