Come installare macOS su una unità USB

usb

I cloni avviabili dell’unità di avvio dovrebbero far parte di qualsiasi tipologia di backup. Queste unità sono di valore inestimabile se il sistema non si avvia improvvisamente, offrendo immediata risoluzione dei problemi e permettendo perfino di continuare a lavorare su una copia identica dei file. Oltre che su SSD e HDD interni, possono anche essere fatte da unità USB.

Sia che si tratti di hard disk esterni o di chip storage a stato solido, è possibile utilizzare un’unità USB compatibile per installare macOS.

Installazione di macOS su un’unità USB

  1. Formattare l’unità USB come APFS o JHFS +. Scegliere la tabella delle partizioni GUID o GPT come tabella delle partizioni.
  2. Scaricare la versione di macOS che si desidera installare, scaricando il programma di installazione più recente di Apple. Cercare quelli con l’etichetta “Combo Update” che contengono l’intero programma di installazione.
  3. Aprire il programma di installazione scaricato.
  4. Fare clic su “Mostra tutti i dischi” per visualizzare l’unità USB.
  5. Selezionare l’unità USB nelle opzioni di installazione.
  6. Immettere la password di amministratore e seguire i passaggi per completare l’installazione sull’unità USB.
  7. Quando richiesto, riavviare il Mac.

Il Mac dovrebbe avviarsi dall’unità USB per impostazione predefinita in modo da continuare l’installazione. In caso contrario, tenere premuto il tasto “Opzione” per accedere a Startup Manager, quindi selezionare l’unità USB.

Clonazione del disco rigido su un’unità USB

Se si dispone di un’unità USB di dimensioni sufficienti per contenere i dati sull’unità di avvio, è possibile creare un clone diretto di essa. Se viene utilizzato il software appropriato, anche questo disco sarà avviabile. È possibile utilizzare SuperDuper o Carbon Copy Cloner per creare cloni dell’unità di avvio. L’esempio successivo utilizza Carbon Copy Cloner (CCC) per creare un clone del disco rigido:

  1. Selezionare l’unità di avvio come sorgente per il clone.
  2. Impostare l’unità USB come destinazione per l’operazione di clonazione.
  3. Fare clic su “Clona” per avviare il processo di clonazione. Il contenuto dell’unità USB verrà sovrascritto e sostituito con il clone dell’unità di avvio.
Leggi Anche  iPhone 7, riassumiamo tutto!

Avvio da un’unità USB

Una volta installato macOS o clonato il disco rigido su un’unità USB, sarà necessario riavviare il computer e avviare l’unità clone per usarlo. È possibile farlo da un’installazione USB avviabile di macOS proprio come l’esecuzione da un SSD interno: non esiste alcuna differenza logica o operativa tra i due sistemi. Tuttavia, l’esecuzione di un’unità USB è invariabilmente più lenta rispetto all’esecuzione di un SSD interno.

Impostare l’USB come disco di avvio in “Menu Apple -> Preferenze di Sistema -> Disco di avvio”, quindi fare clic su “Riavvia” per riavviare il Mac da USB invece che dal disco di avvio predefinito. In alternativa, si può anche utilizzare “Startup Manager” per selezionare l’unità di avvio all’avvio di macOS:

  1. Riavviare il Mac e tenere premuto il tasto “Opzione” per accedere alla finestra di dialogo di avvio.
  2. Usare i tasti “freccia” della tastiera per selezionare l’unità USB dall’elenco dei dispositivi di avvio.
  3. L’unità USB inizierà ad avviarsi.

La lentezza è normale poiché sarà necessario molto più tempo per avviare il sistema operativo di un’unità USB rispetto all’SSD PCIe installato nei moderni Mac. Ora è possibile eseguire il sistema operativo normalmente e utilizzare questa unità USB per avviare il Mac in caso di guasto.