Come abilitare la condivisione dei file su macOS

macOS Mojave

I computer desktop, indipendentemente dal sistema operativo che si sta utilizzando, possono comunicare tra loro se sono connessi alla stessa rete, la quale può essere WiFi o cablata. Ogni sistema operativo ha le proprie impostazioni per abilitare la condivisione dei file. Se un utente sta provando a condividere file dal macOS, deve necessariamente abilitare la condivisione degli stessi prima che il Mac sia visibile sulla rete. Ecco come è possibile abilitare la condivisione dei file su macOS.

Abilitare la condivisione dei file su macOS

Il processo seguente è per una rete WiFi, ma funzionerà allo stesso modo anche per una Ethernet:

Aprire “Preferenze di Sistema” e selezionare la preferenza “Condivisione” nella riga inferiore/ultima. In questa sezione è presente una colonna sulla sinistra con l’opzione “Condivisione file”. Selezionarla, quindi fare clic sul pulsante “Opzioni”.

Si aprirà quindi un nuovo pannello con le opzioni per abilitare due diversi tipi di protocolli di condivisione dei file. Il primo è SMB e il secondo è AFP. Abilitare entrambe queste opzioni o, se si sa quale serve in modo specifico, abilitare solo quella. Invece, se si vogliono condividere file su un sistema Windows, ci sarà una sezione apposita: “Condivisione file Windows”. Sotto di essa, selezionare l’account da cui si vogliono condividere i file. Tutto qua.

Il PC Mac sarà ora visibile sulla rete. Anche altri Mac e sistemi Windows lo vedranno quando visiteranno le proprie impostazioni di rete. Per quanto riguarda la connessione al Mac, ciò dipenderà dal sistema da cui si accedi al Mac.

Il metodo di condivisione dei file su macOS è diverso da quello su Windows 10, ma bisogna abilitare la condivisione dei file anche sull’altro sistema. Va da sé che saranno richieste anche le credenziali di accesso per il sistema a cui si sta accedendo.

Leggi Anche  IPhone 4 ufficialmente in pensione. Fermata la produzione anche in India

La condivisione dei file su reti è generalmente lenta; tuttavia, spesso va meglio utilizzando un servizio cloud o hardware, ad esempio dispositivi di archiviazione, per trasferire file tra due computer che non sono vicini l’uno all’altro. Per file più piccoli, ad esempio documenti e immagini, è conveniente. Per file di grandi dimensioni, tipo quelli superiori ad un GB, il consiglio è di utilizzare l’hardware effettivo, ad esempio un’unità USB. È meno conveniente ma molto più veloce.

Se si sta cercando di condividere file su una rete, l’utilizzo di una rete LAN sarà più veloce della condivisione su una WiFi. Le opzioni saranno le stesse. Per quanto riguarda la sicurezza, entrambi offrono le stesse funzionalità di sicurezza e gli accessi sono necessari per stabilire una connessione.