Let’s talk Google I/O!

Negli scorsi giorni (precisamente dal 15 al 17 maggio) si è svolto l’evento Google dedicata agli sviluppatori, in questi giorni sono state presentate tantissime novità, che cercheremo di riassumere in questo articolo.

GoogleI:O13

La prima novità presentata è stata il Google Play Game services, ovvero un servizio che permette di salvare sul cloud i dati ed i salvataggi dei propri giochi, di condividere i propri risultati e soprattutto (come il suo rivale Game Center) di giocare in multiplayer. Il suo punto di forza? L’essere multi-piattaforma, quindi sarà presto disponibile anche per gli altri OS per smartphone.

Google ha poi presentato il suo asso nella manica: un Galaxy S4 “Nexus”! In pratica, questo modello Samsung ha l’interfaccia grafica Holo e, come tutti i Nexus, avrà supporto da Google e riceverà tempestivamente tutti gli aggiornamenti di Android. Purtroppo per noi, sarà venduto solo negli USA al prezzo di $649.

Big G è andata a rinnovare anche il famoso software Google Talk, che per l’occasione ha cambiato completamente nome ed interfaccia: ora si chiama Hangouts e sarà disponibile per iOS, Android e Chrome, sarà quindi il rivale più agguerrito di WhatsApp. Come tutti i software di instant messaging, permette l’invio di file, tra cui immagini, video ecc. oltre all’opportunità di far partire un Hangout.

Leggi anche  3 milioni a chi buca Chrome OS

Dopo WhatsApp, Google ha puntato il proprio fucile contro un’altra app che sta riscuotendo molto successo, Spotify, lanciando il proprio servizio di musica streaming online: Google Play All Access. Al modico prezzo di $9,99/mese (lo stesso di Spotify) permetterà un ascolto illimitato di tutta la musica che vogliamo, per i primi trenta giorni di utilizzo sarà gratuito. Inizialmente sarà disponibile solo negli USA, verrà poi ampliato anche in altri paesi. Inoltre è stata presentata Radio, che permette di ascoltare i brani gratuitamente, l’unica differenza con l’apparecchio sta nella possibilità, nel servizio di Google, di poter cambiare l’ordine delle canzoni.

I vari rumors che circolavano si stanno rivelando quasi tutti veri: Big G ha infatti presentato Android Studio, un IDE (ambiente di sviluppo integrato) studiato per programmare per Android. Gli sviluppatori potranno finalmente sviluppare le proprie idee, grazie ad un meccanismo che trova i potenziali errori. Per ora è già disponibile per Linux, OS X e Windows, anche se solo in versione beta.

Leggi anche  Il primo Tweet di chiunque, ecco come fare

La quinta novità presentata è stato il completo rinnovamento di Maps. Dal lancio, avvenuto 8 anni fa, le mappe made in Mountain View non avevano mai subito grandi cambiamenti, questa volta, invece, sono state completamente ridisegnate, con tempi di caricamento inferiori. L’interfaccia ora è molto simile a Google Now, inoltre è stata migliorata l’integrazione con Google Earth, Street View e Google+. Questa nuova versione sfrutta WebGL, nei mesi scorsi era già stata avviata una integrazione tra Maps e questa libreria grafica.

Le novità riguardano anche il browser Chrome: è stata presentata la ricerca vocale (in stile Google Now) anche per questo browser, sarà attivabile pronunciando le parole “Ok Google”. Purtroppo non sarà inizialmente disponibile in tutti i paesi (in Italia questa tecnologia non è ancora arrivata).

Per finire, Google ha rinnovato il proprio social network: Google+. La versione desktop è stata totalmente ridisegnata in uno stile molto Holo (e Google Now), per una disposizione dei post più intelligente, interessante anche l’auto-hashtag inserito in ogni post. Inoltre sono stati aggiunti diversi strumenti di modifica delle foto.

3 Comments

  1. web site design 2 giugno 2013
  2. paola 1 giugno 2013
    • Massimiliano Caggiano 3 giugno 2013

Add Comment


x

Altro da Informaticaprod

Più sicurezza per Whatsapp Web
Inutile rispiegare come il gap tra Telegram e Whatsapp sia, al momento, enorme, eppure l'app di messaggistica di Mark zuckerberg pare voler, ...
1 Terabyte gratis su Google Drive
Impossibile ma vero. Non crederai a quello che sto per dirti, ma è la verità ecco come avere 1 Terabyte gratis su Google Drive. Local ...
Chrome, 16 caratteri e va in crash
Si torna a parlare di Chrome e dei suoi crash. La redazione di Venture Beat scoperto il malfunzionamento, che in origine si creda scat...
powered by RelatedPosts