Lo smartphone si surriscalda? Come risolvere

Chi ha tenuto in mano uno smartphone lo sa molto bene: dopo pochi minuti il cellulare tende a riscaldarsi parecchio.

Ovviamente non tutti i device si surriscaldano allo stesso modo,.perché questo tipo di processo dipende da tutta una serie di fattori che non hanno nulla a che vedere con la semplice marca del prodotto: il processore impiegato, per esempio, può realmente fare la differenza in questo tipo di discorso. Così come del resto influisce la batteria, le applicazioni che sono state aperte e così via.

Insomma, al di là della motivazione che possa aver originato un innalzamento della temperatura interna, è importante, proprio per la salvaguardia del prodotto, trovare una soluzione che possa rivelarsi quanto più efficace. Il modo se vogliamo più semplice per risolvere la questione passa dall’installazione di determinate applicazioni che ottimizzano i processi e i consumi, e che quindi consentono alla “macchina” interna di lavorare meno intensamente rispetto a quanto era solita fare (e ovviamente si si deduce che meno intensamente si lavora, meno alta sarà la temperatura registrata).

Considerate comunque che una temperatura ideale per uno smartphone deve essere compresa tra 32°C e 40°C e che le batterie, in genere, viaggiano tra i 20°C e i 27°C. Ciò significa che quando le temperature oltrepassano i 40°C fino a puntare ai 50°C, allora è il caso di intervenire tempestivamente. Intervenire innanzitutto chiudendo le app e i processi di troppo, che come abbiamo visto possono incidere parecchio sullo sforzo fatto dal dispositivo. Può rivelarsi utile anche abbassare la qualità delle foto e dei video e chiudere i giochi.

Per evitare che lo smartphone salga di temperatura consigliamo anche di acquistare delle apposite cover: sul mercato infatti esistono delle cover che essendo state realizzate con materiali ad hoc riescono a disperdere il calore anziché accumularlo, e quindi ad abbassare la temperatura interna.

Leggi Anche  Il mercato della telefonia è in crescita, vediamo i dati

E poi c’è il discorso ricarica. A volte il telefono tende a surriscaldarsi perché non viene messo sotto carica nel modo più esatto. Per questo motivo è importante che vi avvaliate di caricatori di buona qualità (meglio se originali) e che non lasciate lo smartphone attaccato alla presa di corrente dopo che ha raggiunto il 100% di carica. Evitate anche di tenerlo in luoghi troppo stretti, angusti e caldi, così come sotto la luce diretta del sole.